Trattamento superficiale a base di silice per la protezione delle superfici

23/9/2014

Torna all'elenco
Si tratta di un coating in silice trasparente a base di silossani. Questo sistema, versatile ed innovativo, consente di depositare strati atomici di silice ad elevata purezza sulla superficie del materiale trattato, a temperatura ambiente e senza bisogno di atmosfere controllate.

Il formulato liquido infatti contiene silice nanostrutturata che una volta stesa sulla superficie forma uno strato omogeneo di silice vetrosa, resistente a sostanze acide e alcaline. L’interazione tra strato di silice e superficie avviene attraverso legami covalenti e lo spessore varia da pochi micron alle centinaia di nanometri a seconda della tecnica di applicazione che può essere spray, dip, roll o spin coating.

Rispetto ai trattamenti di superficie tradizionali, che spesso richiedono l’utilizzo di resine organiche di sintesi, questo metodo assicura resistenza ad agenti chimici aggressivi e stabilità nel tempo. Tra le caratteristiche da ricordare vanno considerate la resistenza ai raggi UV senza ingiallimento, alle alte temperature (700 °C) e l’inattaccabilità superficiale da parte di microorganismi.

Attualmente questo coating trova applicazione nell’ambito dell’industria del vetro (piano, cavo e lavorato), industria della ceramica, in architettura, nel campo dell’ottica e dell’optoelettronica.



Torna all'elenco