Alta Tecnologia in Veneto

8/1/2009 - Padova

Download File Torna all'elenco

MaTech annuncia oggi con soddisfazione l’avvio del progetto “NANOGRAN”. NANOGRAN - ossia rivestimento nanotecnologico per materie plastiche - è una nuova tecnologia che permette di rivestire materiali polimerici comuni (poliammidi, policarbonato, resine acetaliche, etc.) implementandone le proprietà meccaniche e termiche e rendendoli competitivi con i metalli, dal punto di vista strutturale e della stabilità alle alte temperature.

 

I vantaggi sono principalmente due: lo stampaggio ad iniezione permette di realizzare forme complesse con spessori ridotti, difficilmente realizzabili con tecniche di pressofusione o MIM.

 

Il nanocoating è poi in grado di trasformare il polimero in un materiale metallico, senza interferire con le tolleranze dei componenti (spessori di deposito di 25-200micron) e le dimensioni del pezzo.Un secondo vantaggio è legato alla possibilità di utilizzare materiali polimerici “poveri” per realizzare il componente iniettato; in particolare si può pensare di utilizzare anche polimeri provenienti da riciclo, riuscendo così a nobilitare prodotti che andrebbero smaltiti o utilizzati per la produzione di oggetti secondari (non strutturali e prestazionali).

 

Il progetto, presentato da MaTech in collaborazione col metadistretto veneto della Gomma e delle Materie Plastiche DiMaPla, sì è classificato primo nel Bando di Concorso Regionale sui distretti produttivi che prevede progetti di ricerca industriale e di sviluppo precompetitivo miranti ad acquisire nuove conoscenze utili alla messa a punto di nuovi prodotti e tradurre i risultati della ricerca. Ha vinto con un punteggio totale di 135 punti, per un valore totale di progetto di 1.300.000 € e coinvolgerà 19 aziende venete leader nei più diversi settori produttivi quali, ad esempio, protezioni per motociclisti, accessori foto/video, passeggini, componenti auto,componenti e minuterie, articoli sportivi, ecc. e potranno essere affiancate da alcuni fornitori strategici.

 

In tale progetto MaTech ha il ruolo d’interfaccia tecnica e di supporto tra le 19 aziende dell’ATI (Associazione Temporanea di Impresa) coinvolte nel progetto: in particolare si occuperà di garantire il flusso d’informazioni e di materiali tra le aziende coinvolte ed i consulenti tecnici con l’azienda fornitrice della tecnologia.

 

Nell’attività di progetto saranno coinvolte, assieme a MaTech, la Matrix Research e la Fineco Innovazione.



Torna all'elenco